Enter your keyword

Natale del Cristo in Te

Natale del Cristo in Te

Natale del Cristo in Te

Tutti noi abbiamo fatto regali, forse partecipato a messe Natalizie, addobbato alberi, presepi (e chissà cos’altro!) sentendo intimamente, almeno durante il periodo Natalizio, la sensazione quasi forzata ad essere più “buoni e gentili” con i nostri simili. Ma pochi ( Cristiani cattolici inclusi) si interessano a comprendere e soprattutto Vivere “il Cristo Intimo” nella pratica, ovvero “impersonando” il messaggio secondo Coscienza Cristica, che è archetipale e simbolico per indicare un percorso ideale di vita verso stati di coscienza superiori, verso il Divino, che risiede nel Cuore di ognuno di noi.

Se a Natale vuoi davvero farti un “regalo” e hai volontà a sufficienza per porti le giuste domande, puoi cercare informazioni su alcuni “personaggi mitici” che in epoche remote impersonavano il Cristo. Per esempio la divinità celeste egizia Horus, Nata il 25 Dicembre 3000/4000 anni prima di Cristo, anche Attis nella Grecia naque il 25 Dicembre del 1200 a.c, Mithra Persia 1200 a.c, Krishna India 900 a.c, Dioniso Grecia 500 a.c. Tutti hanno in comune delle coincidenze all’apparenza miracolose! Infatti non sono affatto delle “Casuali Coincidenze” questi mitici personaggi sono per la maggiore  nati il 25 Dicembre da Madri vergini, alcuni crocifissi, compivano “miracoli” o avevano 12 apostoli o allievi, resuscitarono al terzo giorno etc. etc. Saranno solo pure coincidenze o c’è di più da sapere?

Quando il dito indica la luna, lo sciocco guarda il dito. – Proverbio cinese

Gli insegnamenti di Gesù il “Cristo”, così come le indicazioni tramandate daì personaggi sopra descritti, fanno tutti riferimento, in varie epoche e civiltà, al “risveglio della coscienza” ossia ad un “Principio Cristico Cosmico” che dovremmo individualmente seguire per trascendere l’ego e le varie strutture mentali. Impersonare il Cristo significa in altre parole prendere coscienza della nostra condizione umana soggetta alla schiavitù della mente e alle sue emozioni negative, che sono la causa della sofferenza. La notte del 24 Dicembre simboleggia quindi il “Risveglio/Sorgere/Nascita” perchè è la notte in cui la “Luce” inizia il percorso per illuminare le “Tenebre”. In quanto dal solstizio trascorrono almeno 3 giorni prima di notare visibilmente l’aumento della luminosità.

Anche le stelle sono simbolo di un messaggio spirituale, Sirio ad est è la stella più luminosa e la notte del 24 Dicembre è, guarda caso, allineata con le tre stelle al centro della cintura di Orione (stessa disposizione delle 3 piramidi di Giza) indicandoci il punto esatto in cui sorgerà il “Sole” proprio nel giorno più corto dell’anno e quindi il più buio. In sintesi il Sole è il simbolo di luce della “coscienza” che inizia ad avanzare sulle tenebre, è un chiaro messaggio archetipale scritto nel cosmo che intende indicarci come liberarci dalle catene egoiche che ci imprigionano nella materia tenendoci all’oscuro/ignoranza della Luce a causa del sonno dovuto alla schiavitù mentale.

La luce che illumina la coscienza Risvegliandola dovrebbe essere il principale obiettivo dell’umanità, ma per nostra stessa natura umana siamo al contempo facilmente permeabili da influenze e distorsioni mentali “esterne” di ogni tipo e non solo a livello socio-culturale ma soprattutto spirituale! Quindi, se non ti senti troppo intorpidito dal “sonno” poniti delle giuste domande e CERCA delle Risposte, informati, Non credere e Non cedere ciecamente a sistemi religiosi, guru, illuminati, corsi spirituali o qualsiasi altro dogma o persona (me compreso!). Invece cerca la “Sintonia” in quello che più risuona nel tuo essere amorevole e libero, cerca nella Tua Fonte intima per andare verso una “Reale Liberazione” e sperimenta sempre su te stessa/o le sensazioni intuitive del Cuore più consone nel momento presente.

Che la Luce Cristica Illumini Tutti noi verso Meravigliose Esperienze Divine! In comuni parole…

Buon Natale! 🙂

No Comments

Post a Comment

Your email address will not be published.